21-05-2002

 

 

NEVERMIND

 

Quadretto di un uomo pronto a

lanciarsi nel vuoto

 

di TELEMACO PEPE (LUCA COMANDUCCI)

 

 

E' Martedi' 21 Maggio. E' una serata afosa, umida e molto mediterranea. Il termometro fino a 5 minuti fa segnava 22 Celsius Degree. Mi sento "caldo" anch'io, nonostante un lieve malumore. Questione di secondi.

E' Martedi' 21 Maggio ed il Real Madrid ha vinto, 6 giorni or sono, la sua 9░ Coppa dei Campioni. I ragazzi stanno bene, sebbene avverta elettricita' nell'aria. Io, forse ignaro inconsapevole, ignaro di tutto, tenuto all'oscuro di ogni minimo dettaglio, mi "OSCURO" e mi cancello per qualche lunghissimo minuto. Niente piu' caos ed immondizia, intorno a me. GOODBYE, EVERYBODY! BYE-BYE a chiunque abbia intenzione di scocciarmi. Loro non mi vogliono. Loro non mi capiscono. Sono scomodo, spiacevole e colpevole anche senza aver commesso atti impuri. Semplicemente: indesiderato. Meglio: esiliato. Esiliato a scrivere da un computer in un fumosissimo Internet-Cafe', quando invece i miei co-inquilini se la godono con due computers a loro disposizione, stesso appartamento, stesso tetto ma... ancora "senza dimora"... la MIA dimora, tanto cercata ma non ancora trovata... Mi e' stata negata la possibilita' di risparmiare soldi. Sto "succhiando", minuto dopo minuto, i miei averi. Le mie poche, drammaticamente scarse risorse. Sono alla deriva, ma non anneghero'.

E' Martedi' 21 Maggio, domani e' il compleanno di Lovely-Rita, io mi sono ricordato di lei. Lei, il 6 Marzo, non si e' ricordata di me. Nevermind! - come dicono gli inglesi. A proposito, mi manca, la fottuta ma sempre cara Inghilterra. Sono sulla strada, passeggio solitario, frantumando la mia camminata spedita ed elastica cercando di incrociare uno sguardo femminile di passaggio... io la voglio... ma lei non sembra interessata... Proseguo. Mi fermo. Ricomincio a camminare. Una corsetta. Mi fermo e riprendo fiato. Ancora una corsetta, ma sono costretto a fermarmi di nuovo, non ho piu' il fiato di qualche anno fa. Nevermind! Mi scontro con altre due ragazze, loro mi ignorano ma io non ho potuto fare a meno di appiccicare gli occhi sulle loro natiche... vorticosa eccitazione di durata pressoche' infinitesimale, ma piacevole... terribilmente piacevole....! Desiderio inappagabile, quelle natiche cosi' intoccabili, vedere.... ma non toccare...! Sinonimo di perfida irraggiungibilita'. Riprendo a camminare, ancora piu' spedito, ma con la mente per nulla sbiadita dall'ennesimo rifiuto. Mi fermo ancora. Esito un po'. Passano 10 secondi. Cerco di rallentare il tempo e quasi ci riesco. Sono 10 intensissimi secondi. Penso. Penso. Penso di nuovo. Penso di pensare troppo, alle volte. Penso ad un pensiero che puo' uccidere. Che puo' uccidermi. Che forse... mi ha GIA' ucciso...!

In fondo... va anche bene cosi'.... in fondo....

Che importa..... in fondo!....

 

NEVERMIND!....

 

 

Telemaco "Nevereverevermind" Pepe

 

 

Rosabella.... dov'e' la "mia" Rosabella....? Sono pronto a lanciarmi nel vuoto........

 

Questo testo Ŕ depositato presso www.neteditor.it e quindi coperto da diritti d'autore. Esso non potrÓ essere riprodotto totalmente o parzialmente senza il consenso dell'autore stesso.