24-06-2002

 

 

 

 

RAPSODIA DEL VENDITORE DI SOGNI

 

Un venditore di sogni non tradisce MAI la sua sensibilita' e cerca di "vomitarla" sui suoi piu' fidati compagni di disavventure mondane, cercando di ricongiungersi al proprio disadattato e errabondo ego, io Super-Sfrontata Prima Donna di questo show-business chiamato Vita, sono il Vostro front-man che vi urla le sue "poesie-pop" (E' NATA UNA NUOVA COR- RENTE LETTERARIA: LA "POP-POETRY", la "poesia-pop", di cui io, Telemaco Pepe, sono l'inventore, promotore e divul- gatore). In fervente attesa che il suo pubblico decreti il suo trionfo, e che questa compravendita di umanissime emo- zioni si concluda con un sorriso dell' acquirente, ovvero il suo innamoratissimo pubblico, che mai tradira' ed a cui dara' in pasto il suo ego. Chi sono, dunque?... Sono un venditore di sogni, e questa che si e' appena conclusa e' la sua Rapsodia. C'e' stata la "Rapsodia Gitana", ora assisterete alla "Rapsodia del Venditore di Sogni". .......anyway the wind blows...... ........anywhere I will blow........ Yours, Telemaco Pepe, "they call me Sir Sensitivity"

 

Telemaco Pepe

 

Supremo Imperatore dei Pindarici Sommo Teocrate del Volo Pindarico Roboante esteta del pensiero ad oltranza Infallibile esecutore cerebrale "...mi cullo nella baldanzosita' dei miei "voli" finche' la mia placidita' non verra' frustata da un acido quanto imprevisto risveglio... mi contemplo in un candido, assoluto silenzio e celebrero' la mia imponderabile solitudine..."

 

Questo testo Ŕ depositato presso www.neteditor.it e quindi coperto da diritti d'autore. Esso non potrÓ essere riprodotto totalmente o parzialmente senza il consenso dell'autore stesso.